Contrasto “Visto per Censura”

Nuclear Chaos è orgogliosa di presentare “Visto per censura”: un libro, un racconto, una raccolta, un cd, un’idea. L’idea di portare la musica e il suo messaggio dentro alle carceri. Fin dall’inizio ho creduto in quest’idea e ho aiutato gli amici Contrasto a renderla possibile curando le grafiche e l’impaginazione del libro. Il risultato è strepitoso.
Per ordinarlo: nuclearchaos@autoproduzioni.net

Portare la musica dentro un carcere significa mettere in risonanza e riverberare l’immaginario di chi si trova costretto rinchiuso in un luogo di implosione e di torsione psico-fisica.
Approdare a Ventotene e poi a santo Stefano, il primo ergastolo in Italia, non è stato soltanto recuperare memorie collettive ma rilanciare essenzialmente un bisogno di evasione attraverso una nozione liberatoria. Questo in sintesi è “visto per censura”.

Contrasto Visto per censura
CONTRASTO “visto per censura” (libro/cd – cospirazione diy 2021)

Un libro. Una scusa. E quattro accordi. Stralci di esperienze di ieri e di oggi dalle isole di Ventotene/Santo Stefano alla terraferma. Anche questo progetto attinge da radici lontane, sempreverdi. E da volontà che si ritraducono, giorno dopo giorno, in bisogni concreti condivisi a più mani. In urgenze di prospettiva . La passione riscalda, intensamente. E si rafforza come fuoco che va preservandosi nella stagione più fredda mentre si alimenta crepitante, ceppo dopo ceppo. Così, nei passi tumultuosi dell’approdo in rivolta, vanno a riannodarsi voci, sguardi, catene. Racconti a bassa voce. Memorie e proiezioni di un (saper) fare collettivo. Per poi prendere il largo. Che sia un vecchio chiodo arrugginito a scalfire le mura di un carcere.Contrasto Visto per censura

Contrasto Visto per censura

Incentivare l’autoproduzione come mezzo di libera espressione e strumento di comunicazione non condizionata.

“È arrivato Ah Pook” Anteprima video

Sono ancora disponibili alcune copie del box “È arrivato Ah Pook”. Per info scrivete alla mail: nuclearchaos@autoproduzioni.net , di seguito un articolo uscito su Rockerilla e un’anteprima dei videoclip all’interno del DVD.

È uscito a novembre 2020 il box video/musicale È arrivato Ah Pook, one night one shot, una collaborazione artistica tra i Contropotere, band storica della scena punk hardcore, e un gruppo di artisti multimediali coordinati dal visual designer Gabriele Marchina.Il box, prodotto da Ash Produktionen e Heresia records, propone una versione rimasterizzata della storica tape dell’86 È arrivato Ah Pook e una serie di nuovi contenuti video. Nel dvd allegato troviamo il montaggio del live della band datato 2017 ed un video-album, ovvero 6 registi/colletivi multimediali underground che realizzano sei video per le sei tracce della tape, spaziando da found footage ad animazioni, da riprese del reale al teatro delle lanterne: un tentativo di evocare l’immaginario di Blake e Burroughs e di rendere giustizia a una band che ha saputo mantenersi al passo con i tempi, rinnovando il proprio linguaggio e la propria estetica e valorizzando le possibilità offerte dalla multimedialità. In anteprima per Rockerilla trovate una selezione dei video interni al progetto, montata da Enrico Salmasi e Gabriele Marchina.

 

 

CONTROPOTERE Box Remaster & Video Album “È arrivato Ah Pook”

“E’ Arrivato Ah Pook” BoX 
– CD: “È ARRIVATO AH POOK” remastered
– DVD: “ONE NIGHT ONE SHOT” live (Treviso 02.09.2017)
+ VIDEO ALBUM:
* Avant|post & Fiore di Giada (Omega Kunst)
* Sergent Ikram & DK4Decay
* Zanna & Ste
* Marky & Enoz
* Manuele di Siro, Alina Bruno e Fiore Giada Coloru
* Kate, Fede, Anto e Zanna
Info e ordinazioni : nuclearchaos@autoproduzioni.net
12 euro (+spese spedizione)
Questo doppio cd/dvd è un progetto nato dopo la reunion (solo per una notte “One Night One Shot”) dei Contropotere con la prima formazione del 1986 a Treviso nel 2017. Nel BOX ci sarà un CD con la demo “È arrivato Ah Pook” rimasterizzato dal nastro originale ½ pollice. Nel DVD ci saranno 6 video di sei registi che hanno messo in immagine ognuno dei 6 pezzi della Demo. Last but not least, il video del LIVE a Treviso il 02/09/2017.
Photo by Tuby Manuele Di Siro

Contropotere – Box Remaster & Video Album

Sta per uscire i cofanetto dei CONTROPOTERE a cui abbiamo collaborato nella realizzazione di alcuni videoclip, per fare un preorder scrivete alla mail: nuclearchaos@autoproduzioni.net

“È arrivato Ah Pook”
Remaster & Video Album.
Tutto è iniziato 3 anni fa quando i Contropotere sono stati invitati a partecipare alla terza edizione del Festival “IN VENETO THERE IS NO LAW 2017” organizzato da Treviso Punx e con la partecipazione di alcune band della scena storica e odierna. L’occasione giusta per ritrovarsi con gli amici dopo 30 anni dalla prima demo tape. Furono contattati tutti i componenti storici di tutte le varie formazioni dei 9 anni di attività della band. Alla fine hanno aderito all’evento solo i componenti della prima formazione HC Veneto/Napoletana dell’86, proprio quelli della formazione originale del primo concept tape “E’ arrivato Ah Pook”.
Di quella formazione purtroppo non ha potuto partecipare BK Bostik e ci è dispiaciuto molto, data l’occasione di rivedersi e suonare. Bostik e la tastiera distorta sono stati sostituiti per l’occasione da Luca alla chitarra. Mentre Alessia alla voce ha supportato Lucia. Andrea al basso.Billy alla chitarra e Alli alla batteria.Ci ha raggiunti poi sul palco a sorpresa Lavinia dell’ultima formazione.

LUNGI DA ME #2

Dopo quasi un anno dal numero vecchio finalmente esce il nuovo Lungi Da Me, fanzine libera e accidentalmente punk. 155 pagine di articoli, fumetti, racconti, poesie, autoproduzioni. 

«Quel silenzio a cui tendono le orecchie degli animali della foresta, per il quale si stendono le ali degli uccelli al vento nell’istante prima del volo… Un incontro mancato – il modo in cui raccontiamo la vita e la morte degli individui a cui abbiamo rubato l’immagine acquisisce un ruolo fondamentale La legione estranea tra la neve sporca di fango, sbucava un fiore che sembrava un fantasma. I vecchi della stirpe lo chiamavano il cadavere delle nevi. Ed era il fiore che nasceva prima di tutti gli altri, coi primi soli tiepidi della primavera Marnero – raccontare le favole ai bambini serve a farli addormentare, ma raccontarle ai grandi serve a farli risvegliare Cani – E i nostri nemici? Condividono quest’assurda fuga nella notte, disarmati, ansimanti, come noi. Hanno la saliva alla bocca, non ci guardiamo che con la coda dell’occhio, ma non occorre parlare. È un filo invisibile che ci attrae, tutti, amici e nemici, nella stessa direzione Loudness of Wood – si udii un rumore in lontananza, qualcosa stava per accadere…volevano costruire con la distruzione La grande attesa – l’attesa della luce è scandita dalle pulsazioni ritmiche dei colpi di tamburo, cadenzate e costanti. Così me la sono sempre immaginata. Non solo migliaia di anni fa, ma anche oggi Cristalli di miele – guardandosi a vicenda in ciò che sembravano essere i loro occhi, simultaneamente le loro guance si deformarono in un sorriso incredibilmente largo. Come se i loro muscoli fossero gomma attivata da un unico cuore appiccicoso Ricette dal Caos – in quest’epoca di assolutismo economico, armate di un’aggettivazione assolutamente banale facciamo volentieri a meno dei loro super poteri sgrassanti, stra inquinanti e mega funzionali a rendere felice il maritino, che da solo non sa neanche lavarsi le mutande Existence – sin da piccolo gli insegnarono che “il tutto” nacque grazie al Big Bang… Boom! Il domani è a Idomeni – Sarajevo è un nome che porto dentro sin da bambino, un nome che mi ha segnato molto, che ricordo dai telegiornali, dalle immagini, dal via vai di aerei ed elicotteri militari sopra casa mia, l’approccio di un bambino alla guerra Le Freak c’est Chic – siamo tutt* dei freaks in fondo, ma ci hanno insegnato che mascherarsi è facile e conveniente La ballata della solitudine comune – nell’avventura della vita, l’incontro con l’altr* è l’unica epifania di una gioia che si può strappare al presente Paradosso Perù – resta ora decifrare l’arcano che si cela dietro al tanto sibillino vocabolo “paradosso”: mai parola fu più appropriata per definire le sorti di questo appartato angolo di globo Hackeraggio Zaricida – i tempi erano maturi per hackerare l’intero algoritmo sociale If the kids are united – uno spazio sonoro che si occupasse di musica, del frastuono più atroce, ma che fosse soprattutto un megafono Spuntini dialettici – erano gli anni 90 ed i nostri frigoriferi erano pieni di schifezze di ogni tipo Felici malcontenti – siamo parole scritte a casaccio Genia – più che accidentalmente… Incidentalmente punk Urupia – e da lì usciva forte, inevitabilmente, l’esigenza di non aspettare il giorno fatidico di una Rivoluzione (con la R maiuscola)».

Cosa centra questo con una fanzine punk? Non ne ho idea!

 

In questo ultimo anno abbiamo portato questa fanzine in giro per l’Italia e diverse realtà autogestite ci hanno ospitato per presentare il nostro progetto. Si sta creando una rete di distribuzione e di interesse solida che speriamo cresca e si rafforzi con il tempo. Insomma Lungi Da Me è diventata grande. Tenendo fede alla sua natura, rimane sempre piena di contributi inediti, originali e non programmati. Senza prezzo. Supportata da eventi e sottoscrizioni. Se volete organizzare una presentazione scriveteci alla mail. Se volete cominciare ad inviare materiale per il prossimo numero da oggi si comincia!